Convegno Donne e Scienza 2017 – Roma, 30 novembre – 1 dicembre

Roma, Sala Giacomello del CNR, P.le Aldo Moro 7

QUESTIONI DI GENERE: LE PAROLE DELLA SCIENZA

PROGRAMMA

Giovedì 30 novembre, 15.00 – 18.30

h 15.00 APERTURA CONVEGNO

Saluti istituzionali: Gilberto Corbellini, CNR Direttore del Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale.

Saluti e introduzione: Cristina Mangia, Presidente Associazione Donne e Scienza

SESSIONE 1: Questioni di genere: cosa pensano le nuove generazioni

Comitato scientifico: S. Avveduto, G. Rubbia, M. Paciello, L. Martinelli, M. D’Angelanonio

h 15.20 Relazione introduttiva “La visione dei ragazzi e delle ragazze delle scuole superiori sulle pari opportunità e gli stereotipi nella scienza”. Sveva Avveduto, CNR Irpps, Responsabile per il CNR Progetto Europeo GENERA.

15.40 Visione dei video prodotti nel progetto GENERA dalle scuole superiori. Cosa pensano le nuove generazioni

Modera: Mariella Paciello, INFN, Roma.

16.10 Tavola rotonda sui video

Modera: Lucia Martinelli, Muse, Trento.

Partecipano: Patrizia Colella, Dirigente Scolastica, Lecce; Maria Rosaria Masullo, INFN, Napoli; Serenella Molendini, Presidente Associazione CreIS; Lucio Pisacane, CNR, Irpps, Roma; Sara Sesti, insegnante di Matematica, Università delle Donne, Milano.

Insegnanti, educatrici, esperte/i e alcune nostre socie discuteranno i filmati, che riflettono il pensiero e l’atteggiamento che si respira a scuola in merito alle questioni di genere.

h 17.30 RELAZIONI SELEZIONATE 

Modera: Mila D’Angelantonio, CNR Isof, Bologna

Maria Carmela Agodi, Anna Merinio, Ilenia Picardi, Università di Napoli Federico II – Osservatorio di genere sull’università e la ricerca, “Il labirinto di cristallo: un percorso di riflessività per le studentesse e le donne nella ricerca”.

Rita Assogna, Donne e Scienza e ITWIIN, Pamela Minasso, ITWIIN, “Donne nella scienza, un settore dominato dagli uomini?

Valentina Guerrini, Università di Firenze, Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, “Donne e discipline STEM. Tra stereotipi e promozione di capabilities

Eleonora Severini, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Filosofia, “Donne, scienza e filosofia: la prospettiva femminista in epistemologia

Cristina Mangia, CNR Isac, Mariangela Ravaioli, CNR Ismar , Giuliana Rubbia, INGV, “Le dimensioni di genere nella ricerca scientifica ambientale

18.30 Chiusura della giornata

Venerdì 1 dicembre, 9.30 – 13.00

SESSIONE 2: Questioni di genere nelle Istituzioni Accademiche e di Ricerca

Comitato scientifico: M. Zoppè, S. Badaloni, M. Ravaioli, G. Rubbia

9.30 Relazione introduttivaParità di Genere: è cambiato qualcosa nelle Istituzioni accademiche e di ricerca? Esperienza dei Progetti Europei e ruolo dell’AssociazioneSilvana Badaloni, Università di Padova.

9.15 Dai Progetti Europei, Interventi di 10’

Modera: Giuliana Rubbia, INGV, Roma

GENERAIlaria di Tullio, CNR Irpps, Roma

GenisLabFlavia Zucco, Associazione Donne e Scienza

GenderTimeSilvana BadaloniLorenza Perini, Università di Padova

◦ GENOVATE – Ilenia Picardi, Università di Napoli

TRIGGERGiovanna Declich, ASDO, Roma

10.15 Sui Progetti Europei – Interventi di 10’

◦ Messaggio di saluto Claudine Hermann, Presidente EPWS, Bruxelles

Helsinki Group Nicoletta Palazzo, CNR, Genova

◦ Dipartimento Pari Opportunità – Marino di Nardo, Roma

◦ APRE – Mara Gualandi, Roma

10.45 Intervallo

11.00 Discussione a gruppi

Coordina: Monica Zoppè, CNR Ifc, Pisa – Discussione sui temi estratti dalle relazioni tramite parole chiave.

11.45 Sessione plenaria (risultato dei tavoli)

Le discussioni dei gruppi vengono sintetizzate dalle singole portavoce dei gruppi nella sessione plenaria.

12.10 Quali possibili interventi parlamentari. Incontro con l’On.le Elena Gentile, Parlamentare Europea.

12.30 Conclusioni Cristina Mangia, CNR Isac, Lecce, Presidente uscente.

Seguirà nel pomeriggio del 1 dicembre: 14.30-16.30

Assemblea delle socie e rinnovo cariche

Scarica il il programma

Scarica la Scheda di registrazione

Ecco gli abstract delle relazioni del convegno “Scienza, genere, società: a che punto siamo'”

Si è svolto a Trento, presso il Muse, dal 12 al 14 novembre scorsi il convegno nazionale “Scienza, genere, società: a che punto siamo?”, promosso dall’Associazione Donne e Scienza e realizzato grazie alla collaborazione dell’Assessorato all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo della Provincia Autonoma di Trento, del MUSE – Museo delle scienze, della Fondazione Bruno Kessler e dell’Università degli Studi di Trento, con il patrocinio della Fondazione Edmund Mach, il Consiglio Nazionale delle Ricerche ISAC e IRPPS.

Clicca qui per scaricare gli abstract delle relazioni

Scienza, genere e società: a che punto siamo? Convegno nazionale

In un mondo della ricerca scientifica in profonda trasformazione al suo interno e nei suoi rapporti con la società, la prospettiva di genere è un aspetto fondamentale. Le questioni di genere sottese alla politica della ricerca, alle interconnessioni tra scienza e società, al ruolo della comunicazione scientifica, ai cambiamenti strutturali nelle istituzioni scientifiche e all’innovazione saranno al centro del convegno “Scienza, genere e società: a che punto siamo?” che si terrà a Trento dal 12 al 14 novembre. Il convegno è promosso dall’Associazione Donne e Scienza e frutto di una collaborazione tra l’Assessorato all’università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità, cooperazione allo sviluppo della Provincia Autonoma di Trento, l’Associazione Donne e Scienza, il MUSE – Museo delle scienze, la Fondazione Bruno Kessler e l’Università degli Studi di Trento, con il patrocinio della Fondazione Edmund Mach, il Consiglio Nazionale delle Ricerche ISAC e IRPPS. Il convegno è sostenuto anche dalle media partnership con Galileo. Giornale di scienza Media 2000.

Scarica la Scheda di iscrizione                     Scarica il programma      Scarica la Brochure

Informazioni logistiche

Il convegno comincerà alle ore 14:00 di mercoledì 12 Novembre al MUSE-museo delle scienze (Trento), dove si terrà anche giovedì 13 Novembre (dalle ore 9:00).

Dalle ore 13:00 del 12 Novembre al MUSE sarà aperta la segreteria per completare la registrazione con la consegna materiale del convegno.

Si ricorda che non sono previste quote di iscrizione al convegno, tuttavia per partecipare alla cena-buffet sociale (12 Novembre al MUSE) è obbligatorio iscriversi e versare la quota di 22,00 € (come da istruzioni sulla scheda di registrazione) entro il 5 novembre 2014. La cena-buffet sarà preceduta dalla visita al MUSE e seguita dall’incontro-intervista su scienza e creatività con la Dr. Adriana Albini.

La mattina di venerdì 14 novembre, dalle 9:00 alle 13:00 il convegno si terrà alla Fondazione B. Kessler (FBK), località POVO.

Il MUSE è raggiungibile a piedi dal centro storico di Trento, mentre Povo è raggiungibile con un breve percorso di autobus dalla stazione dei treni.

Per indicazioni di come raggiungere il MUSE: http://www.muse.it/it/visita/come-arrivare/Pagine/default.aspx

Per indicazioni di come raggiungere FBK a POVO: http://www.fbk.eu/node/57

Per quanto riguardala sistemazione alberghiera, suggeriamo, per chi arriverà a Trento con i mezzi pubblici, di prenotare un albergo o B&B in centro. A Trento c’è anche un buon ostello (Ostello Giovane Europa) in centro e vicinio alla stazione dei treni.

Ulteriori informazioni possono essere trovate al sito dell’ Azienda per il Turismo Trento: http://www.discovertrento.it/

Comitato scientifico: Cristina Mangia, Silvana Badaloni, M.Luigia Paciello, Sveva Avveduto, Lucia Martinelli, Ornella Mich, Tatiana Arrigoni e Barbara Poggio.

Comitato organizzativo: Lucia Martinelli, Augusta Celesti e Tatiana Arrigoni.

Per informazioni: lucia.martinelli@muse.it oppure arrigoni@fbk.eu

 

Convegno nazionale Donne e Scienza 2014

Si svolgerà a Trento dal 12 al 14 novembre prossimi il 9° convegno nazionale dell’associazione Donne e Scienza dal titolo “Scienza, genere e società: a che punto siamo? Prospettive di genere in una scienza che si evolve”, organizzato in collaborazione con l’Assessorato all’università e ricerca, pari opportunità della Provincia di Trento, Fondazione Bruno Kessler di Trento, Museo delle scienze – Muse Trento, Università di Trento. Per sottomettere la proposta di abstract c’è tempo fino al 31 agosto.

In un mondo della ricerca scientifica in profonda trasformazione al suo interno e nei suoi rapporti con la società, la prospettiva di genere è un aspetto fondamentale. Il convegno ne focalizzerà alcune questioni cruciali: Dove sta andando la ricerca scientifica? Come sono cambiati i rapporti tra scienza e società e quale ruolo riveste la comunicazione della scienza in questa interconnessione? Come sono cambiate le politiche europee rispetto al genere? Quali cambiamenti strutturali sono cogenti? Come stanno reagendo le istituzioni scientifiche alle sfide proposte dalle nuove politiche della ricerca?

Il convegno si articolerà in 4 sessioni, che focalizzeranno le seguenti tematiche:

Tematica 1: Dove sta andando la scienza? Ricerca scientifica e policy.
Ricerca e innovazione sono pilastri della strategia Europea finalizzata a creare lo sviluppo culturale ed economico necessario a garantire il futuro della nostra società. I sostanziali cambiamenti e le nuove politiche della ricerca richiesti impongono di riflettere su questioni cruciali: quali cambiamenti sono avvenuti negli ultimi 10 anni nei programmi, nelle istituzioni e nelle normative e cosa questi hanno prodotto; quali sono le questioni che devono essere tuttora affrontate al fine di promuovere efficaci politiche per la scienza e l’innovazione; quali sono gli interessi in evoluzione e verso cosa stanno puntando; quali nessi sussistono tra la ricerca scientifica ed i processi decisionali; quale relazione collega il mondo della ricerca tecnico-scientifica e il genere.

Tematica 2: Ricerca scientifica, genere e società
L’integrazione della scienza nella società è indispensabile per costruire una società della conoscenza aperta, efficace e democratica. Evoluzioni sono già in corso, ma sono richiesti ancora molti sforzi affinché i soggetti coinvolti nella produzione della conoscenza scientifica possano trovare punti di incontro in cui interagire in modo responsabile e costruttivo con chi ne fruisce. E’ necessario analizzare: come si stanno modificando i rapporti tra la scienza e la società; quale è il ruolo della comunicazione; quale ruolo hanno le donne in questo processo; quale significato e attualità riveste la critica di genere alla scienza.

Tematica 3: Innovazione di genere
Robot e macchine progettate per gli uomini, farmaci testati su modelli maschili, ‘smart cities’ progettate per cittadini neutri: sono solo alcuni esempi di trasferimenti tecnologici di una produzione di conoscenza che ignora la nozione di genere. E’ tempo di ridefinire pratiche, obiettivi e contenuti della ricerca scientifica finalmente attenti all’analisi di genere allo scopo di integrare questa importante dimensione nei contenuti e nella produzione dell’innovazione scientifica. Quali sono i modelli e le proposte per realizzare questa sfida?

Tematica 4: Cambiamenti strutturali.
Sono numerose le evidenze che attestano il nesso tra uguaglianza di genere ed eccellenza ed efficienza nella ricerca. Per questo, allo scopo di definire cambiamenti strutturali ottimali nelle strutture di ricerca, la Commissione Europea ha finanziato vari progetti, tra cui FESTA (Female Empowerment in Science and Technology Academia) in corso presso la Fondazione Bruno Kessler di Trento. Le questioni cruciali riguardano profondamente l’organizzazione del lavoro e mirano a realizzare un ambiente lavorativo in grado di trattenere le donne a tutti i livelli di carriera, consentendo loro reale crescita professionale e piena realizzazione di sé. Come influiscono sulla vita di un’istituzione nel suo complesso detti cambiamenti organizzativi? E’ vero che essi possono migliorare le condizioni di lavoro dei ricercatori oltre che delle ricercatrici?

Le persone interessate a presentare contributi al convegno sono invitate a inviare il proprio abstract, della lunghezza massima di 500 parole (bibliografia esclusa), all’indirizzo di posta elettronica donnescienza@gmail.com entro il 23 Agosto 2014, specificando la tematica di preferenza, tra quelle sopra descritte e indicando nell’oggetto Convegno 2014 Donne e Scienza. (La scadenza per l’invio del bando è stata prorogata al 31 agosto). Gli abstract verranno selezionati dal comitato scientifico e la conferma dell’accettazione sarà comunicata entro il 15 settembre 2014.

Comitato scientifico: Cristina Mangia, Silvana Badaloni, M.Luigia Paciello, Sveva Avveduto, Lucia Martinelli, Ornella Mich e Tatiana Arrigoni (FBK) e Barbara Poggio (Univ, TN).

Comitato organizzativo: Lucia Martinelli (martinelli.lucia@gmail.com  /lucia.martinelli@muse.it),  Tatiana Arrigoni (arrigoni@fbk.eu)