Indagine sullo Smart Working e questioni di genere negli enti di ricerca italiani durante l’emergenza Covid19

Il gruppo di ricerca IRPPS coadiuvato dalla nostra Presidente Sveva Avveduto ha pubblicato il rapporto sull’indagine realizzata in pieno lockdown sullo Smart Working (SW) e le questioni di genere negli enti di ricerca italiani durante l’emergenza Covid-19.

L’indagine intende fornire una prima analisi dei carichi di lavoro, dei tempi dedicati a compiti professionali e carichi familiari, delle modalità per affrontare lo SW in un momento emergenziale. In particolare essa si propone di indagare le modalità di conciliazione vita-lavoro in una dimensione di genere per evidenziare se e come l’attività di SW abbia influenzato le dinamiche domestiche e famigliari tra donne e uomini durante il periodo emergenziale.

Per questo motivo oggetto di analisi sono stati: 1) la divisione del carico di lavoro di cura domestica e familiare; 2) la gestione del tempo libero dopo aver concluso le attività professionali in SW; 3) la valutazione delle attività di SW (aspetti positivi e negativi, difficoltà di natura tecnologica, la percezione della qualità del lavoro e i fattori potenzialmente migliorabili 4) la valutazione dell’esperienza di SW anche in relazione all’emergenza Covid19.

I risultati hanno evidenziato in generale un atteggiamento positivo dei rispondenti nei confronti dello SW. Tra gli aspetti negativi individuati c’è soprattutto la perdita di socialità con i colleghi derivante dal lavorare da casa.

Link al rapporto: https://www.movetothecloud.it/irpps/e-pub/index.php/wp/article/view/254

How are you? Come stai?

Il volume How are you? Come stai? della nostra Presidente Sveva Avveduto, contiene una raccolta di testimonianze, fatta nella primavera del 2020, durante il periodo di lockdown, introdotto in Italia e nel mondo a causa della pandemia Covid 19. Cento persone, diverse per età, genere, professione, localizzazione geografica, unite dall’inedita esperienza di confinamento, hanno risposto alle domande che ci si porrebbe in una chiacchierata tra amici. Una serie di fili rossi, di temi comuni al di là di tutte le diversità dei rispondenti, legano le varie considerazioni: paura, speranza, dolore, rabbia, solidarietà, rassegnazione o voglia di reagire e impegnarsi si ritrovano vivide attraverso tutto il volume. Ne esce un vivace spaccato dei tempi del Covid19.

Il volume può essere richiesto al Consiglio Nazionale delle Ricerche seguendo le seguenti indicazioni: https://www.cnr.it/it/guida-acquisto;
oppure, scaricato, gratuitamente, all’ indirizzo:

https://www.cnr.it/sites/default/files/public/media/attivita/editoria/conversazioni%20covid%20web%20%281%29.pdf

E’ Karen Uhlenbeck la prima donna a vincere il premio Abel per la matematica

Dopo 18 anni, è Karen Keskulla Uhlenbeck la prima donna a vincere il prestigioso premio Abel per la matematica, un premio considerato alla stregua di un Nobel. La docente della University of Texas a Austin è stata premiata per i risultati ottenuti nel campo del calcolo delle variazioni, per aver contribuito ad alcuni dei più importanti progressi degli ultimi 40 anni in matematica.

Diffondiamo il video dell’intervista alla Uhlenbeck: https://www.youtube.com/watch?v=ISaHUhhmwkI&feature=youtu.be