Iscrizione

L’iscrizione prevede la partecipazione a tutte le iniziative dell’Associazione.
Socia ordinaria: 50 euro (25 euro per chi è al di sotto dei 35 anni).
Socia sostenitrice: 100 euro

Il versamento va effettuato sul conto corrente intestato a

Associazione Culturale Donne e Scienza

Unicredit  Agenzia RM Università La Sapienza

cc: 000104212529 ABI: 02008  CAB: 05227 CIN: K

IBAN: IT 91 K  02008 05227 000104212529

indicando come oggetto del bonifico: nome, cognome, anno di riferimento

Se vuoi iscriverti, scarica il modulo di iscrizione, compilalo e mandalo a donnescienza@gmail.com

I dati personali saranno conservati al solo scopo di informare l’utenza delle iniziative dell’Associazione stessa e di iniziative correlate e non verranno ceduti a terzi.

Cristina Mangia

Laureata in fisica, è ricercatrice presso l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima sez. di Lecce. I suoi interessi di ricerca riguardano la fisica della bassa atmosfera e la modellistica dell’inquinamento atmosferico, con particolare riferimento al trasporto e la diffusione di traccianti dalla scala locale alla scala regionale. Le attività di ricerca sono finalizzate sia ad una maggiore comprensione dei fenomeni che governano il moto dei traccianti in atmosfera, sia all’applicazione in casi reali per la valutazione della qualità dell’aria e studi di impatto sugli ecosistemi e sulla salute. Dal 2011 è responsabile della commessa CNR TA.P05.018 “Trasporto turbolento e processi di dispersione in atmosfera per la qualità dell’aria e il clima: teoria e modellistica”.
L’attività di ricerca negli anni si è intersecata con l’interesse più ampio verso il rapporto scienza e società, con particolare riferimento alle tematiche ambientali e quelle di genere.

Di donne, genere e scienza e di una didattica della scienza in un’ottica di genere si occupa sin dal 1998. Ha promosso e coordinato diverse iniziative sull’argomento mirate sia a un maggior coinvolgimento delle donne nella ricerca scientifica che ad una riflessione più ampia sulla scienza contemporanea.

È stata tra le ideatrici e promotrici del progetto STREGA (Scienza, Tecnologia, RicErca: Generi e Accesso) finanziato dal Ministero del lavoro.

Autrice di diversi saggi sul tema donne e scienza, è tra le curatrici dei testi “Donne Scienza e Potere. Oseremo disturbare l’Universo?” (2006) Edizione Università di Lecce e “Empowerment e orientamento di genere nella scienza. Dalla teoria alle buone pratiche” (2011). Franco Angeli Editore.

Home page: http://www.le.isac.cnr.it/personale.php?id=15
c.mangia@isac.cnr.it

Silvana Badaloni

Laureata in Fisica presso l’Università di Padova. Professore Associato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Padova. Docente del Corso di Fondamenti di Intelligenza Artificiale presso la Facoltà di Ingegneria. L’attività di ricerca riguarda l’Intelligenza Artificiale e, in particolare, il ragionamento temporale in condizioni di incertezza e le sue applicazioni in campo biomedico. In questo settore, è autrice e coautrice di circa 50 pubblicazioni scientifiche.

Dal 2004 fa parte, come componente eletta, del Comitato Pari Opportunità (CPO) dell’Università di Padova e, in tale ambito, ha iniziato ad occuparsi di problematiche di genere nella Scienza e nella Ingegneria. Partecipa attivamente all’Associazione Nazionale Donne & Scienza (socia dal 2003/04) e fa parte del Consiglio delle Responsabili (elezioni 2007). Fa parte della piattaforma europea EPWS (European Platform of Women Scientists) e nel giugno 2009 è stata eletta nel Board of Administration dell’EPWS.

Con riferimento al tema Genere e Scienza ha promosso e organizzato Progetti di Ricerca, Seminari di Ateneo ed eventi culturali; e’ stata advisor di Progetti EU; e’ autrice e coautrice di molte pubblicazioni scientifiche internazionali e nazionali.

http://www.dei.unipd.it/~badaloni/

silvana.badaloni@unipd.it

Maria Laura Scarino

Maria Laura Scarino ha conseguito nel 1975 la Laurea in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma. è stata Post-doctoral fellow presso l’European Molecular Biology Laboratory (EMBL), Cell Biology Division, di Heidelberg, Germania, e Visiting Scientist con una borsa di studio del British Council – CNR presso la St George’s Hospital Medical School di Londra, Gran Bretagna. Attualmente è Ricercatrice presso l’Unità di Nutrizione Sperimentale dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) di Roma, dove si occupa di tossicità e metabolismo di metalli pesanti utilizzando sistemi intestinali in vitro.
Ha partecipato in qualità di responsabile dell’Unità INRAN a diversi programmi di ricerca internazionali.
Ha svolto attività didattica: Insegnamento di Biochimica della Nutrizione presso la scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione dell’Università “La Sapienza di Roma” ed è stata correlatrice e relatrice di tesi di laurea e di specializzazione.
Fa parte del “Circolo Bateson” gruppo interdisciplinare a livello nazionale di studiosi di epistemologia.

scarino@inran.it