Presentato il progetto GeRPA, Bilancio di Genere per le Pubbliche Amministrazioni

L’Università di Ferrara continua a distinguersi nel panorama nazionale per buone prassi tese a garantire l’uguaglianza sostanziale di tutte le persone che lavorano o studiano in strutture pubbliche. Per il quarto anno, Unife, primo e unico esempio in Italia fra gli Atenei, ha pubblicato il Bilancio di Genere. Da questa esperienza è nato il progetto GeRPA, Bilancio di Genere per le Pubbliche Amministrazioni, frutto di un accordo tra Unife e Dipartimento per le Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri, per promuovere la diffusione del Bilancio di Genere nelle Regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). La presentazione di GeRPA si è tenuta a Roma la scorsa settimana alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la partecipazione di Cristiana Fioravanti, Delegata del Rettore alle Pari Opportunità, benessere organizzativo, disabilità e rapporti con gli studenti, e Emidia Vagnoni, Ordinaria di Economia aziendale. “Il Bilancio di Genere – spiega Silvia Borelli, ideatrice del Bilancio di Genere di Ateneo e Presidente del Consiglio di Parità – è uno strumento che consente di guardare all’interno dell’amministrazione, di valutare la partecipazione di donne e uomini a tutti i livelli organizzativi e negli organi di governo e di misurare l’impatto di genere delle scelte organizzative”. Aggiunge Cinzia Mancini, Presidente del Comitato Unico di Garanzia: “ Con il Bilancio di Genere si attiva un processo circolare di monitoraggio, programmazione e controllo dell’impatto delle misure interne all’ente e delle politiche sul territorio”. Emidia Vagnoni, che ha curato la definizione degli indicatori nel progetto, sottolinea “la necessità di valutare l’impatto delle azioni intraprese per il recupero dell’uguaglianza di genere. Senza questa valutazione, lo strumento avrebbe natura formale e statica”. “ GeRPA – chiosa Cristiana Fioravanti – è il frutto dell’impegno della squadra Unife. Ringrazio tutti, compreso il personale amministrativo del Dipartimento di Giurisprudenza, per l’impegno profuso e la passione che ha animato il nostro lavoro”.

L’Università di Ferrara continua a distinguersi nel panorama nazionale per buone

prassi tese a garantire l’uguaglianza sostanziale di tutte le persone che lavorano o studiano

in strutture pubbliche.

Per il quarto anno, Unife, primo e unico esempio in Italia fra gli Atenei, ha

pubblicato il Bilancio di Genere. Da questa esperienza è nato il progetto GeRPA, Bilancio

di Genere per le Pubbliche Amministrazioni, frutto di un accordo tra Unife e

Dipartimento per le Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri, per

promuovere la diffusione del Bilancio di Genere nelle Regioni Obiettivo Convergenza

(Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).

La presentazione di GeRPA si è tenuta a Roma la scorsa settimana alla Presidenza

del Consiglio dei Ministri, con la partecipazione di Cristiana Fioravanti, Delegata del

Rettore alle Pari Opportunità, benessere organizzativo, disabilità e rapporti con gli

studenti, e Emidia Vagnoni, Ordinaria di Economia aziendale.

Il Bilancio di Genere – spiega Silvia Borelli, ideatrice del Bilancio di Genere di

Ateneo e Presidente del Consiglio di Parità – è uno strumento che consente di guardare

all’interno dell’amministrazione, di valutare la partecipazione di donne e uomini a tutti i

livelli organizzativi e negli organi di governo e di misurare l’impatto di genere delle scelte

organizzative”.

Aggiunge Cinzia Mancini, Presidente del Comitato Unico di Garanzia: “ Con il

Bilancio di Genere si attiva un processo circolare di monitoraggio, programmazione e

controllo dell’impatto delle misure interne all’ente e delle politiche sul territorio”.

Emidia Vagnoni, che ha curato la definizione degli indicatori nel progetto, sottolinea

la necessità di valutare l’impatto delle azioni intraprese per il recupero dell’uguaglianza di

genere. Senza questa valutazione, lo strumento avrebbe natura formale e statica”.

GeRPA – chiosa Cristiana Fioravanti – è il frutto dell’impegno della squadra

Unife. Ringrazio tutti, compreso il personale amministrativo del Dipartimento di

Giurisprudenza, per l’impegno profuso e la passione che ha animato il nostro lavoro”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *